Spettatori al Porto, tanto freddo ma spettacolo assicurato

logo

Domenica 5 maggio si è archiviata un’altra edizione del Trofeo Arvedi, circuito del Porto. La pioggia e il meteo invernale hanno minacciato i corridori nelle operazioni preliminari ma all’abbassarsi della bandiera a scacchi si è verificata una temporanea tregua, la quale ha permesso ai nostri mini atleti di presenziare e godersi ogni passaggio dei 180km di corsa lungo Viale Po. E cosa meglio di vedere il beniamino di casa, Giovanni Pedretti portacolori della Biesse Carrera, passare in fuga prima in compagnia dell’austriaco Auer e poi in solitaria in un tentativo audace e coraggioso, che fosse andato in porto avrebbe avuto più la connotazione di un miracolo, di un’impresa d’altri tempi. Il minuto di vantaggio conservato fino ai 3 giri dal termine troppo esiguo per impensierire le squadre con l’obbiettivo di arrivare in volata è stato polverizzato in pochi km, e come tradizione vuole è toccato ai velocisti prendersi le luci dei riflettori, con una Dimension Data sugli scudi che ha lanciato alla perfezione Mozzato bravo a tenere davanti le ruote a tutti gli altri avversari, con Moro, capitano di giornata dell’Arvedi Cycling classificato in quarta posizione. Una bella esperienza per i nostri mini atleti che speriamo possano ispirarsi al coraggio e alla caparbietà di Giovanni cresciuto nel loro stesso vivaio, e all’organizzazione e l’unità della squadra di Mozzato, che con freddezza e sicurezza finalizza un lavoro impeccabile.

Back to top